Narratore degli uomini e delle loro tragedie

Giornalista, scrittore, narratore della realtà, degli uomini e delle loro tragedie. Su tutto il libro-testimonianza Uomini e donne di Fabrizio De André, (otto edizioni), che ricostruisce il rapporto ventennale con il poeta-cantautore genovese e le lezioni ricevute dallo stesso De André sulla politica, l'economia, la vita in genere. E poi i saggi sulla "cosa pubblica" che è stata  raccontata in quarant'anni di attività giornalistica senza padroni per Panorama, La Voce sarda Tv, La Nuova Sardegna. Ha realizzato programmi per la Rai radio e per la Tv Sardegna 1 e ha collaborato con diverse testate nazionali tra cui Lo Specchio della Stampa e Milano finanza. L'ultimo libro pubblicato, nel gennaio del 2019, è Questi i sogni che non fanno svegliare. Militante della democrazia, ha messo la sua penna a disposizione di chi non ha voce per interrogarci su come siamo diventati di fronte ai drammi epocali delle diseguaglianze.

 

PUBBLICAZIONI

Uomini e donne di Fabrizio De André, Fratelli Frilli, Genova 2000

Uomini e donne di Fabrizio De André per i quotidiani Il Secolo XIX di Genova e La Nuova Sardegna, 2006

La fatica di essere sardi, Fratelli Frilli, Genova, 2004

Tiscali, una storia tutta italiana, Fratelli Frilli, Genova, 2012

Ai bordi dell'Infinito, (AA.VV.), Chiarelettere, Milano, 2012

Un'ombra inquieta (Prefazione), di Federico Premi, Zona, Genova, 2015

Un mare di libertà, Teatro delle Saline, Cagliari, 2016

Che non ci sono poteri buoni, (AA.VV.), Editrice A, Milano 2018

Questi i sogni che non fanno svegliare, Arcana, Roma, 2019

Qui giace un poeta, (AA.VV.), Jimenez, Roma, 2020

 

Il film di Cristiano alla Mostra di Venezia 2021

Il film di Cristiano alla Mostra di Venezia 2021 - Alfredo Franchini

SI CHIAMA De André#De André ed è stato presentato fuori concorso  alla Mostra del cinema di Venezia. Il docufilm della regista torinese Roberta Lena sarà proiettato in 320 cinema dal 25 al 27 ottobre e poi, dopo un passaggio sulle tv, sarà diffuso come DVD. 

Oltre ai concerti, registrati al Teatro degli Arcimboldi a Milano, il film si avvale del racconto di una vita elaborato dalla regista Roberta Lena che pure aveva curato gli spettacoli dal vivo di Storia di un impiegato. Per Cristiano è la quadratura del cerchio di successi dopo il tutto esaurito registrato nei teatri di tutta Italia (più l'incursione in Svizzera), e dopo il riconoscimento ottenuto con l'assegnazione del prestigioso Premio Ciampi nel 2020.  L'opera è stata prodotta da Intersuoni, Nuvole Production e dalla Nexo Digital. 

E' un racconto fatto di note musicali, di poesia, di ricordi. Pezzi di vita che intrecciano la musica di Cristiano con la poesia di Fabrizio e, in particolare, all'album Storia di un impiegato. Un racconto fatto con gli "occhi della memoria". Nella sala Darsena a Venezia erano presenti Dori Ghezzi e i figli di Cristiano, Alice e Filippo. 

Il libro presentato durante i concerti

E' stata una cavalcata:  dal gennaio 2019 al 2020, una serie di concerti e, in parallelo di presentazione del libro Questi i sogni che non fanno svegliare. In realtà c'era stata anche una data precedente, nel 2018, fine novembre a Fontaneto d'Agogna, ma la consideriamo un'anteprima e poniamo come prima assoluta il concerto di Genova del gennaio 2019, trasmesso in diretta su Rai Radio uno. Il libro ricostruisce la storia e le tappe psicologiche dell'impiegato protagonista dello storico disco ambientato nel 1968 e pubblicato da Fabrizio De André nel 1973. Un lavoro attualissimo  che Cristiano ha fatto suo con arrangiamenti davvero dirompenti e di grande impatto sonoro. Cristiano De André ha voluto farmi un regalo: durante il concerto nel teatro Carlo Felice di Genova, all'esordio del tour 2019, dopo aver eseguito l’intero album Storia di un impiegato e prima di iniziare il secondo tempo dello spettacolo, mi ha chiamato sul palco per presentare il libro Questi i sogni che non fanno svegliare. Il regalo si è ripetuto più volte in altri teatri prestigiosi: dal Santa Cecilia di Roma al Teatro di Udine sino alle due serate nel novembre 2019 a Cagliari. (Il video qui inserito è stato realizzato da Andrea Ibba durante il secondo concerto al Massimo di Cagliari). Questo senza considerare il regalo più grande perché Cristiano ha voluto chiamarmi sul palco a Livorno per condividere il Premio Ciampi da lui vinto a coronamento di una carriera davvero importante. Un concerto da vivere, da ascoltare e da vedere perché alle spalle delle band viene proiettato un film che ricostruisce la storia dell'Italia degli anni di piombo e quella del post-industriale. Il tour ha visto in scena musicisti straordinari con Cristiano che canta e suona chitarre, bouzouki, violino, pianoforte e pure il kazoo: Osvaldo Di Dio (chitarre e direttore di palco); Riccardo Di Paola (tastiere, piano); Davide Devito (batteria); Davide Pezzin (basso) e l’ingegnere di sala Giancarlo Pierozzi. Della qualità della musica abbiamo detto ma tra i segreti del successo aggiungerei che si tratta di un concerto-verità: cioè Cristiano non dà spazio ai luoghi comuni tipici di quegli artisti che sono abituati a cantare canzoni “con il naso lungo”. Non c’è spazio per una parola che non sia sentita ed è per questo che lo spettatore percepisce i sentimenti autentici che muovono lo spettacolo. E allora urliamo insieme: ad maxima! Io, intanto, ne approfitto per ringraziare ancora Cristiano De André che ha avuto la benevolenza di chiamarmi sul palco per presentare il libro Questi i sogni che non fanno svegliare. Grazie anche ai musicisti che hanno tollerato queste mie incursioni.

 

 

I sogni all'Università di Udine

I sogni all'Università di Udine - Alfredo Franchini

Giovedì 4 aprile 2019 Cristiano De André e Alfredo Franchini sono stati ospiti dell'Università di Udine. Nella sede storica del Palazzo Toppo Wassermann hanno dialogato del nuovo lavoro di Cristiano su Storia di un impiegato ma anche dei sogni che ci accompagnano e della canzone, specchio della società.

Fabrizio e Dori, un solo rimpianto

Fabrizio e Dori, un solo rimpianto - Alfredo Franchini

Lui, Io, Noi e si capisce subito chi sono i protagonisti. E' il libro di Dori Ghezzi, pubblicato da Einaudi, che ho presentato a Porto Cervo il 12 agosto scorso. Un libro autobiografico, il primo, nel quale Dori parla del passato sempre guardando al futuro, com'è nel suo carattere. Ricordi tanti e nemmeno un rimpianto? "No, un rimpianto ce l'ho", ha detto Dori Ghezzi, "quello di non aver cercato di far fare un disco a Fabrizio e a Lucio Battisti". Sarebbe stato fantastico. 

NUOVI ARTICOLI

 

Libri, musica, poesia

 

Deandreide

 

Canto VI (Note di politica)